Autunno e Castelli in Oncologia Pediatrica

Ieri ad Oncologia Pediatrica c’era qualcosa di strano. La sala giochi era "vestita" d'autunno, con un gigantesco albero sulla porta e vari ragni e fantasmi che anticipano dolcetti e scherzetti. Nel corridoio del reparto invece era ancora estate! Gli aquiloni che i bambini hanno costruito mesi fa trionfavano ancora sulle porte delle stanze. Così belli che nessuno è stato così temerario da staccarli. Ma, si sa, i nostri bimbi sono coraggiosi! È così gli aquiloni sono stati strappati via dal gelido vento che soffiava su Roma, per lasciare il posto ai castelli della paura! L. e il fratello diciottenne A. sono venuti in sala giochi e se L. ha costruito con gli altri bimbi i castelli, A. ha chiesto di poter usare il materiale per fare un'altra cosa.

Chiesto non è del tutto esatto, perché lui non parla italiano. Ma dove c’è unità ci si capisce lo stesso ed è venuto fuori che il materiale gli serviva per costruire un collage della loro casa in Albania. La mamma quando è arrivata in sala giochi l'ha subito riconosciuta ed ha aggiunto qualche dettaglio anche lei. E poi A. ha partecipato anche lui al progetto comune: le lune piene sugli spaventosi castelli del reparto portano la sua firma.

Attività finanziata dalla scuola S. Pio V

quadri
strumenti
preparazione
tagliare
all'opera
fantasmini
cartone
aquilone
pareti