Associazione Sale in Zucca Onlus

L'Associazione Sale in Zucca Onlus si dedica al mondo dell'infanzia e in particolare ai bambini romani che vivono la non facile esperienza del ricovero ospedaliero. L'obiettivo è contribuire all’umanizzazione delle cure ospedaliere grazie alla ludoterapia.

Sale in Zucca Onlus e la ludoterapia

I ludoterapisti, attraverso il gioco, aiutano i bambini ospedalizzati ad esprimere le proprie emozioni durante il periodo di degenza, senza perdere di vista la distrazione e il divertimento, stati d'animo che appartengono all'età infantile e che aiutano i nostri piccoli. Cerchiamo di portare l'attenzione verso il gioco e non verso la cura.

Ludoterapia e professionalità

Con Sale in Zucca Onlus collaborano psicologi, psicoterapeuti, attori, burattinai, musicisti, antropologi e siamo a nostra volta genitori. Lavoriamo negli ospedali romani da ormai quasi vent'anni, sempre con lo stesso entusiamo e con la massima dedizione perchè abbiamo scelto di dedicare la nostra professionalità ai bambini, a casa loro o in ospedale. 

CENTO STORIE IN UNA - Le frontiere della ludoterapia: i bambini migranti per le cure emato-oncologiche

La maggior parte dei bambini accolti nelle oncologie pediatriche, arriva da paesi extraeuropei, il 40% da Albania, Ucraina e Balcani. Molti provengono anche da paesi europei come Romania, Germania e Grecia e ci sono famiglie che affrontano viaggi intercontinentali per poter curare i loro bambini: il 13% arriva infatti dall’America latina, in particolare da Venezuela ed Equador, l'11% dall'Africa (tra i principali Marocco e Libia) e il 10% dall' Asia (tra i principali Iraq). Negli ultimi anni il 59,4% dei bambini immigrati è stato trattato nel Nord Italia, soprattutto Lombardia, Piemonte e Veneto, il 32,6% nel Centro Italia, soprattutto Toscana e Lazio, mentre solo l’8% in centri nel Sud e Isole (fonte: Soleterre Onlus Strategie di Pace).

Grazie Enrico

Oggi daremo l’ultimo saluto a Enrico Solari. Per Sale in Zucca è stato un grande amico e un sincero sostenitore. Ci ha aiutato a credere nel nostro lavoro con i bambini ospedalizzati. Poter condividere pensieri e riflessioni è sempre stato stimolante. Porteremo con noi il suo sorriso e la sua caparbietà nel perseguire gli obiettivi.

Pagine